Come scegliere la divisa per gli istituti alberghieri

Come scegliere la divisa per gli istituti alberghieri
1vote
1 2 3 4 5
Thank you for vote this article

Come scegliere la giusta divisa per gli istituti tecnici alberghieri?

Oggi con l’avanzare della crisi, è molto importante individuare la scuola giusta che ci permetta un più facile ingresso nel mondo del lavoro. Su un totale di 537.000 iscrizioni per l’anno scolastico 2015 presso gli istituti scolastici di secondo grado ben 48.000 risultano preferire gli istituti tecnici alberghieri, e per l’anno scolastico 2016 si prevede un ulteriore incremento. Si tratta di una vera e propria svolta nel mondo dell’istruzione e della formazione, ormai orientato al metodo scuola-lavoro.

A differenza di altri istituti infatti gli IPSAR (Istituti professionali servizi alberghiero ristorativi) permettono di acquisire le basi sia teoriche che pratiche per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro, frequentando non solo i banchi di scuola, ma anche laboratori e attività ristorativo-alberghiere.  

Rispetto agli altri istituti  scolastici infatti quando si prepara la cartella, insieme a penne e libri, non bisogna dimenticare la divisa.

Quindi oltre ad acquistare i libri scolastici, lo studente dovrà sostenere anche il costo  delle divise professionali da lavoro. Il biennio è sicuramente quello più onoreso perché essendo uguale per tutti, ogni alunno dovrà munirsi della divisa da cucina e sala-bar.

Sicurita.it ha pensato proprio a loro, proponendo delle divise di alta qualità di differenti marchi (Isacco, Siggi, Egochef e Angiolina) ad un costo davvero competitivo.

Ora vediamo nel dettaglio come si compone la classica divisa di uno studente (accanto ciascun prodotto elencato inseriamo un link esemplificativo).

 

Cominciamo dalla divisa di cucina, che è composta da:

- Giacca bianca doppiopetto possibilmente con aggiunta di nome studente ricamato e logo scuola (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/462-giacca-da-lavoro-marte-bianca-per-cuochi-e pasticceri.html);

- Grembiule bianco (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/139-grembiule-corto-in-cotone-bianco-per-settore-alimentare.html);

- Fazzoletto da collo (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/168-foulard-bianco-in-cotone-per-cuochi-e-pizzaioli.html);

- Pettorina bianca (http://www.sicurita.it/grembiuli/1438-grembiule-bianco-multiuso.html);

- Torcione o strofinaccio bianco (http://www.sicurita.it/accessori/1597-strofinacci-bianchi-per-cuochi-confezione-da-6-pezzi.html);

- Cappello bianco (http://www.sicurita.it/cappelli/426-cappello-da-lavoro-per-cuochi-saturno-bianco.html);

- Pantaloni bianchi e neri a quadretti, comunemente chiamati  “sale e pepe” (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/309-pantalone-da-lavoro-a-quadretti-bianco-e-nero-per-cuochi-angiolina.html);

- Bottoni a fungo bianchi o colorati intercambiabili (http://www.sicurita.it/accessori/1011-bottoni-cuoco-multicolor.html);

- Maglia interna bianca in cotone bianca a maniche corte (http://www.sicurita.it/t-shirt-e-polo/1022-maglietta-silver-bianca-i.html);

- Zoccoli bianchi con cinturino (http://www.sicurita.it/zoccoli-e-sandali/1162-zoccolo-uomo-bianco-con-c.html)

 

Quella da Sala-Bar è  composta da:

Pantaloni neri classici per gli uomini (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/14-pantalone-nero-da-lavoro-uomo-per-camerieri-angiolina.html);

- Gonna nera a tubo altezza ginocchia o pantaloni neri per le donne (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/282-medea-gonna-tubo-foderata.html);

Camicia bianca a manica lunga classica che deve assicurare il nodo della cravatta e l’allacciatura del papillon, quella delle ragazze può essere sfiancata ma non troppo corta perché non deve vedersi la pancia o abbigliamento intimo (http://www.sicurita.it/camicie/418-camicia-da-lavoro-andrea-manica-lunga-unisex-bianca-per-camerieri-receptionist-segretario.html);

Calzini lunghi neri per gli uomini;

- Collant color pelle per le ragazze;

- Cravatta nera (http://www.sicurita.it/accessori/490-cravatta-da-lavoro-classica-colorata-uomo-per-receptionist-promoter-portiere-di-notte.html o papillon nero (http://www.sicurita.it/accessori/317-papillon-da-lavoro-per-camerieri-e-baristi-colorato.html)

- Scarpe nere classiche tipo mocassino per gli uomini (http://www.sicurita.it/scarpe-basse/896-scarpa-director-nero-isa.html);

- Scarpe nere con lacci  (http://www.sicurita.it/cerca?controller=search&orderby=position&orderway=desc&search_query=SCARPE+NERE&submit_search=Cerca) o scarpe con tacco per le donne (http://www.sicurita.it/scarpe-basse/1053-scarpa-donna-nera-isacc.html);

- Giacca sciallata bianca (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/482-giacca-da-lavoro-spencer-foderata-unisex-per-camerieri-maitre-di-sala-sommelier.html);

- Cinta nera classica

 

Infine quella da ricevimento che viene acquistata se lo studente al terzo anno sceglie la specializzazione nel settore ricevimento.

- Cravatta nera classica solo per i ragazzi (http://www.sicurita.it/accessori/490-cravatta-da-lavoro-classica-colorata-uomo-per-receptionist-promoter-portiere-di-notte.html); 

- Giacca nera classica (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/504-giacca-cambridge-uomo-fod.html);

- Camicia bianca con colletto classico che deve assicurare il nodo della cravatta quella delle ragazze può essere sfiancata ma non troppo corta perché non deve vedersi la pancia o abbigliamento intimo (http://www.sicurita.it/camicie/421-Camicia-da-lavoro-donna-b-A0310B.htmlhttp://www.sicurita.it/camicie/418-camicia-da-lavoro-andrea-manica-lunga-unisex-bianca-per-camerieri-receptionist-segretario.html);

- Pantaloni neri con abbottonatura classica (http://www.sicurita.it/abbigliamento-da-lavoro/14-pantalone-nero-da-lavoro-uomo-per-camerieri-angiolina.html);

- Scarpe nere classiche con lacci (http://www.sicurita.it/scarpe-basse/896-scarpa-director-nero-isa.html).


Precisiamo che le scuole hanno la facoltà di poter decidere ulteriori varianti e dettagli rispetto a quelli da noi sopracitati.

Nelle scuole è molto importante che la divisa sia sempre ben tenuta e deve essere utilizzata solo nei laboratori. Infatti la stessa diventa fonte di valutazione per gli studenti da parte degli insegnanti. Avere una divisa diversa o mancante di qualche accessorio potrebbe incidere sulla valutazione finale dello studente. Quindi proprio come avviene in ogni ambiente di lavoro si impara già da piccoli ad avere un buon decoro ed un aspetto ben curato nei confronti dei futuri clienti.

Buon anno scolastico e “buon lavoro”!

 

Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Comments

There is no comment

Leave a comment

Enter your name
Fill up your name
Fill up your email, we'll never public your email.
Fill up your website
Enter your comment
Enter captcha code above